FAQs

/FAQs
FAQs

Le tue domande frequenti

I piccoli formati non sono concorrenziali come i grandi formati…

Si è vero! Il motivo è presto detto: le nostre unità di stampa realizzano prevalentemente grandi formati (e quindi anche i piccoli!) e non abbiamo macchine di stampa da mini-lab che realizzerebbero solo piccoli formati ad una velocità straordinaria ma senza qualità. L’altro motivo è che i nostri piccoli formati sono stampati sulla medesima carta professionale Fuji DPII come i grandi e non su carte amatoriali (queste ultime le riconosci dal retro: se hanno la marchiatura color oro o argento o rosso…. SONO AMATORIALI. Da noi hai però la certezza che piccoli e grandi formati (se stampi 1 10×15 e dello stesso file 1 70×100) avranno gli stessi colori.

E’ possibile realizzare un fotolibro con carta fotografica lucida?

No! Non è possibile realizzare un fotolibro con carta lucida. La carta lucida, se contrapposta, tende ad attaccarsi. Se è proprio necessario avere il lucido è necessario utilizzare la PEARL. Questa la regola! Non vi nascondiamo che sono diversi i fotografi che ci fanno realizzare fotolibri le cui stampe sono realizzate su carta lucida e sostengono di non aver mai avuto problemi… Sicuramente non condividiamo questa scelta dalla improbabile durata e in questi casi siamo costretti a declinare ogni responsabilità! Vedi anche tutte le altre informazioni utili nella pagina del prodotto.

Per l’impaginazione del fotolibro devo seguire delle regole?

Generalmente l’impaginazione del fotolibro va fatta considerando il fotolibro “aperto”, cioè a pagine sinistra e destra affiancate. Il file dev’essere a 254dpi, in RGB e con lo spazio colore utilizzato incorporato nel file. Le dimensioni del file devono essere di qualche millimetro in più rispetto alla dimensione desiderata. Per esempio: per impaginare un fotolibro che chiuso avrà dimensioni 20×30 avrà i files che misureranno 40,6cm x 30,5cm.

Per ogni dubbio non esitate a contattarci, magari prima di cominciare l’impaginazione del fotolibro, saremo felici di potervi dare ogni informazione possibile al fine di poter ottenere i migliori risultati.

E’ molto importante non posizionare testi, loghi o parti d’immagini importanti adiacenti ai bordi: il fotolibro, a montaggio ultimato, va sempre rifilato per uniformare i bordi.

Potrebbe esservi utile questo video che vi mostra come automatizzare l’apertura di un file (in questo caso per un fotolibro 30×40 verticale) da utilizzare per le varie impaginazioni:

GUARDA IL VIDEO 

Vorrei un fotolibro premium e una rivista dalle stesse impaginazioni…

E’ possibile! E non è necessario inviare due volte gli stessi file: provvederemo noi alla migliore ottimizzazione per stampare il fotolibro e rivista. Ogni richiesta può essere scritta nel campo “note ordine” del carrello.

Per i fotolibri sono obbligato ad usare il vostro software?

Assolutamente no!  Il software per fotolibri, che diventa gratuito con il primo ordine, lo abbiamo messo a disposizione con chi non ha dimestichezza con altri software sicuramente più performanti e preferiti come Photoshop. Il fotolibro può essere stampato da files quali JPG, TIF, PDF, o dall’esportazione del progetto del nostro Album Express. In altre faqs troverai le indicazioni per la risoluzione e per lo spazio colore ma, in ogni caso, siamo disponibili a fornirvi ogni indicazione necessaria alla migliore realizzazione del fotolibro.

Che differenza c’è tra fotolibro premium, life e digital?

Il fotolibro PREMIUM è stampato su carta fotografica a processo chimico ed ha la copertina Fotografica personalizzata o una copertina a scelta tra le tante disponibili di vari modelli e qualità di pelli; Essendo stampato su vera carta fotografica le pagine del fotolibro risulteranno essere rigide e lo stesso si aprirà perfettamente a 180°. Nei fotolibri premium è possibile assemblare anche 50/60 interni (100/120 facciate).

Il fotolibro LIFE è stampato con la stessa carta del premium ma ha una copertina rigida stampata e laminata nel fronte, dorso e retro. Essendo stampato su vera carta fotografica le pagine del fotolibro risulteranno essere rigide e lo stesso si aprirà perfettamente a 180°. Non consigliamo di superare i 20 interni (40 facciate) per la rigidità del dorso.

Il fotolibro DIGITAL, a differenza dei primi due, è stampato, fronte e retro, su carta patinata ed ha la stessa copertina stampata e laminata del Life. Il fotolibro DIGITAL, nonostante il suo fascino, non può aprirsi a 180°.

Che differenza c’è tra laminazione matt e lucida?

La laminazione matt e lucida: sono entrambe UV (proteggono la stampa dai raggi ultravioletti). La matt è decisamente più resistente ai graffi ed è un’eccellente antiriflesso; ha lo svantaggio di “spegnere” un po’ i neri. La lucida, invece, con il suo effetto “bagnato” esalta i colori e il nero ma è più sensibile a rigature e graffi. Ha inoltre lo svantaggio di riflettere ogni luce presente nell’ambiente.

Vorrei una stampa montata su pannello. La laminazione uv è necessaria?

In genere una stampa montata su pannello va appesa ed esposta alla luce e non solo. Ogni stampa, realizzata con qualsiasi tecnica sia fotografica che offset, si deteriora se esposta ai raggi uv (non a caso i ricordi più importanti sono racchiusi in un album: l’album conserva le stampe al buio!) La laminazione uv ha il compito di preservare i colori della stampa ma anche di permettere la pulizia della superficie. La laminazione uv può essere evitata quando è prevista una breve durata di utilizzo.

Il pannello avrà la stessa dimensione della stampa?

No! Il pannello avrà un centimetro in meno alla base e uno in meno nell’altezza. Se, per esempio, si ordina un 40×60 da montare su pannello, questo misurerà 39x59cm. E’ necessario che l’immagine riempia tutta la dimensione della stampa(non è possibile usare passe pour tout) evitando di inserire loghi e testo adiacenti ai margini.

Come posso appendere un pannello?

Appendere un pannello, anche quando non deve essere incorniciato, è semplicissimo! Il pannello è sempre dotato di apposito appendino. A seconda del formato avrà in dotazione uno o più comodi appendini adesivi in plastica o appendini metallici. Vi basterà segnare con una matita il centro del retro del pannello, stabilire se lo stesso appendino dev’essere nascosto dallo stesso o a vista e procedere alla sua applicazione.

Nel caso di appendini adesivi vi consigliamo di aggiungere qualche goccia di adesivo tipo Attack. Nel caso in cui l’ordine fosse per più pannelli troverete gli appendini necessari nell’imballo.

Mi suggerite un pannello per foto?

Dipende dall’uso che devi farne e dalla durata che lo stesso deve avere: Se il pannello per foto dev’essere incorniciato orientati su un pannello da 5mm economico (sarà la cornice ad assicurare la perfetta planeità ed eviterà di far curvare, col tempo, il pannello; se, invece, il pannello va esposto senza cornice la migliore scelta tra i pannelli di spessore da 10mm è il “Kapa-mount” e tra quelli di 5 mm è il “kapa-bloc”; Per ambienti umidi è raccomandabile il “Kapa-plast” mentre per il bel nero lucido sicuramente il “Kapa-color” utilizzato molto per le mostre fotografiche soprattutto quando va lasciato un passe-pour-tout intorno alla stampa.

Ma i colori dell’offset sono uguali a quelli della carta fotografica?

Devi considerare che la stampa offset è CMYK mentre la stampa su carta fotografica è RGB! Pertanto, com’è noto, gli spazi colore CMYK sono inferiori a quelli RGB. A questo si aggiunge la differenza di resa tra la carta patinata e quella fotografica. Ma, per la stampa offset, è da considerare anche la diversa resa tra una carta ed un’altra, tra una grammatura ed un’altra, ecc.  Sia che stampiamo su carta fotografica che su offset siamo sempre attenti alla perfetta linearizzazione delle macchine ed al controllo dei profili colore. Nonostante ciò una lieve differenza può verificarsi soprattutto sui colori fuori gamma.

Posso avere un file test per monitor?

Certo che si! Il si è riferito alla disponibilità del file test per monitor più che alla possibilità di tarare o calibrare, ad occhio e senza l’utilizzo di uno spettrofotometro, il proprio monitor magari acquistato al reparto outlet dei grandi magazzini di elettronica!

Non illudetevi! Innanzi tutto è necessario un monitor di riferimento (scegliete tra gli Eizo della serie CG o Eizo della serie CG o, se questi due non vi soddisfano, scegliete pure gli Eizo serie CG!) e uno spettrofotometro!

E’ difficile anche pensare che uno spettrofotometro, da solo, possa far diventare un giocattolo in monitor di riferimento…

E per coloro che posseggono il bellissimo iMac…una bruttissima notizia! Non c’è proprio rimedio! Nemmeno col file test per monitor!

I colori che visualizzo sul monitor saranno uguali nella stampa?

Se ci si riferisce ai colori monitor di un’immagine ripresa da una macchina fotografica, la risposta è si! Potrebbero far eccezione le tinte piatte (per intenderci i colori che potrebbero essere dati a fondi, testo, linee, ecc.).  E’ comunque necessario visualizzare le immagini su un monitor di riferimento opportunamente calibrato e profilato.

Per un controllo accurato è meglio impostare la prova colori come spiegato in questo video.

Il numero di tracking inviatomi non è valido

Il numero tracking spedizione viene inviato appena emessa la lettera di vettura. Se risulta non valido è perché non è stato ancora preso in carico dal vettore. Riprova tra qualche ora!

Se l’errore dovesse persistere, trascorse 12 ore dalla comunicazione, contattaci!

Riconoscere la carta fotografica professionale

Per poter riconoscere se le vostre foto sono state stampate su carta fotografica professionale vi basterà osservare il retro della carta: se il logo FUJI o KODAK  è stampato in semi-trasparenza con la dicitura “professional”, è professionale, se invece il logo e la marca sono in dorato, argentato o in altri colori, si tratta di carta amatoriale. Ricordate che solo Fuji e Kodak producono carte professionali! Quelle professionali sono prodotte in varie textures (glossy – lustre – silk – pearl), mentre, generalmente, le carte amatoriali sono quasi sempre solo glossy, cioè lucide. La carta fotografica professionale non può essere a stampa immediata: ha bisogno del processo di sviluppo chimico.

In quanto tempo riceverò il lavoro ordinato?

Dipende molto dal tipo di prodotto ordinato e anche dal periodo. In genere le stampe fotografiche, sino al formato 60x90cm vengono spedite il giorno successivo alla ricezione del file. I formati più grandi richiedono un giorno in più. Per le tele sono necessari almeno 3 giorni mentre per i fotolibri in carta fotografica tra i 15/20 giorni. In caso di particolari urgenze contattateci: verificheremo in quanto tempo minimo sarà possibile eseguire il lavoro richiesto.

E’ possibile avere le stampe con 3mm di bordo bianco?

La stampa delle foto con bordo bianco è possibile! Vi consigliamo di aumentare sempre la dimensione finale della cornice desiderata. Le taglierine, pur essendo precise, non sono in grado di assicurare lo stesso bordo sui quattro lati: sarà vostra cura, dopo aver ricevuto le stampe, uguagliare il bordo come da voi desiderato. Il bordo dovrà essere compreso nelle dimensioni di stampa ordinate.

Che spazio colore devo scegliere?

Lo spazio colore è come il documento di identità! Ogni file dovrebbe essere salvato con il proprio spazio colore: quello nativo! E’ preferibile evitare assegnazioni e conversioni soprattutto se non si è davvero esperti. In linea di massima gli spazi colore più utilizzati sono: ADOBE, sRGB  e APPLE. Tra i tre quello più esteso è Adobe, seguito da sRGB (la “s” di sRGB sta per “small” e non per “super” come molti credono), e il meno esteso è Apple (ma molto vicino al gamut della carta fotografica chimica). In realtà esiste anche il PROFOTO, decisamente più esteso di ADOBE, ma devono ancora inventare il monitor che riesca a rappresentare tutti i colori di questo spazio colore!

Non trovo il prodotto che cerco tra quelli in vendita.

Il nostro sito è giovane ed è in continuo aggiornamento: al momento non tutti i prodotti che realizziamo sono stati inseriti, soprattutto per i fotolibri che possono essere realizzati con tantissime copertine e in svariati formati e proporzioni; hai sempre la possibilità di scriverci o telefonarci per chiedere informazioni. Saremo felici di risponderti in tempi brevissimi.

Vorrei un formato fuori standard. Quale sarà il costo?

Nessun problema! Possiamo stampare qualunque formato fotografia si desideri. Per la stampa fotografica è meglio preparare il file nella dimensione desiderata, in RGB, a 254dpi, con spazio colore incorporato. Per la stampa a plotter dimensionate i file senza ricampionarli.

Il costo, invece, sarà quello del formato fotografia immediatamente successivo. Per meglio intenderci se vuoi una stampa 31×79 pagherai il costo del 40×80.

A che risoluzione devo inviare i files?

Per ogni tipo di stampa è preferibile che siano nella dimensione 1:1 (formato di stampa ordinato); Per la stampa fotografica a 254dpi, per la stampa offset (tipografia) a 300dpi. Per le gigantografie e per la stampa su tela è preferibile lasciare la risoluzione dei file così com’è: sarà nostra cura provvedere, se necessario, ad un opportuno ricampionamento.

Ho grande urgenza…

A prescindere dai tempi indicati, per le stampe urgenti è sempre possibile contattarci per conoscere i tempi minimi di realizzazione. Faremo sempre ed in ogni caso il possibile per offrirvi la massima priorità e saremo felici di soddisfare la vostra richiesta. Per stampe urgenti di qualsiasi formato e tecnica è sicuramente più facile venire incontro alle esigenze del cliente senza alcun compromesso sulla qualità finale di realizzazione… per i fotolibri, invece, pur disposti a concedere, quando possibile, la massima priorità, è necessario il tempo giusto di pressa, di finitura del dorso e di incassamento al fine di non comprometterne il buon funzionamento e la durata nel tempo.

Qual è la differenza tra correzione automatica e professionale?

La differenza tra correzione automatica e professionale è che la prima è stabilita dalla unità di stampa e la seconda è frutto della capacità di uno stampatore specializzato. La correzione automatica, proprio perché “automatica” è priva d’intelligenza e basa la correzione su parametri medi sia di luminosità che di bilanciamento colore; il più delle volte funziona bene, in alcuni casi funziona benissimo, in qualche caso commette qualche errore…

Lo stampatore specializzato che esegue la correzione professionale lo fa su ogni singolo file, interpretando di volta in volta, la migliore correzione possibile. I parametri corretti sono la luminosità, contrasto e bilanciamento colore. La correzione professionale non comprende alcun ritocco.

Ho già le stampe, posso chiedervi il solo montaggio su pannelli?

No, ci dispiace… il motivo è semplice: le stampe potrebbero arrivarci già danneggiate o potrebbero danneggiarsi durante l’operazione di montaggio e/o laminazione. Quindi per il montaggio stampe utilizziamo solo stampe realizzate da noi.